Porto Torres (Italiano)

Festha Manna

more than a year ago
Fede, tradizione, rituali e antichi mestieri: la Festha Manna (festa grande) riesce ad amalgamare sapientemente gli elementi dell’identità turritana. Era il 303 d.C. quando il soldato romano Gavino, il presbitero Proto e il diacono Gianuario vennero martirizzati a Turris Libisonis, la Porto Torres dell’età imperiale, sotto gli imperatori Diocleziano e Massimiano. Il racconto dei tre uomini diventati santi si tramanda, assieme alla devozione. La Festha Manna nasce anche grazie alla tradizione: il ritrovamento dei corpi di Gavino, Proto e Gianuario da parte del re Comita, nelle tombe di Balai Vicino, viene fatto risalire alla costruzione della basilica romanica di San Gavino nel XI secolo. Durante i secoli la fede verso i martiri turritani si diffonde con i diversi riti: il suggestivo e coinvolgente pellegrinaggio notturno verso la basilica di San Gavino; la processione di Pentecoste davanti al mare del golfo dell’Asinara, da Balai al complesso monumentale di Monte Agellu, con i simulacri dei Martiri; la benedizione a mare e lo scambio delle chiavi tra le autorità cittadine e la Curia il lunedì successivo.
Il Cammino dei Martiri Turritani si tiene nella notte tra il sabato e la domenica di Pentecoste. I pellegrini partono da Sassari e dai paesi del circondario a mezzanotte e arrivano alla basilica di San Gavino verso le 03:00; un'ora più tardi è officiata la Messa del Pellegrino. Oggi il percorso si snoda lungo la SS131 mentre in passato seguiva l’ultimo tratto dell’antica strada romana Karalibus Turrem, cioè la via che collegava Turris Libisonis con Karales, oggi Cagliari. L’ultima tappa era la chiesa di Balai Vicino, il luogo che fu la prima sepoltura di Gavino, Proto e Gianuario. Ancora oggi, dopo la Messa del Pellegrino, molti fedeli si recano negli ipogei per raccogliersi in preghiera vicino ai simulacri lignei dei tre santi. Le statue seicentesche sostano nelle tombe di Balai Vicino a partire dal 3 maggio fino alla sera di Pentecoste, quando rientrano in basilica accompagnati da una solenne processione sul lungomare e nel centro cittadino. Ai rituali di fede si accompagnano tanti appuntamenti con la tradizione: i gruppi folcloristici dell’isola aprono il corteo di Pentecoste e danzano nel patio di San Gavino durante Lu patiu di Santu Bainzu in festha, la cultura marinara è protagonista nella Regata del Pescatore e nel Palio Remiero, l’enogastronomia e le prelibatezze del mare sono il piatto forte della Sagra del Pesce e il legame con la cultura equestre rivive, in via Mare, con il Palio di Santu Bainzu (San Gavino), durante il quale, attraverso manifestazioni come la corsa all'anello, si rende omaggio a Gavino, soldato romano e santo patrono della città.
Durante la Festha si susseguono anche gli appuntamenti con la musica, la cultura e l’artigianato, senza dimenticare il caratteristico mercato che si snoda tra corso Vittorio Emanuele II e via Indipendenza.
La Festha Manna 2016 si terrà da sabato 14 a lunedì 16 maggio, mentre il Palio di Santu Bainzu, atto finale delle celebrazioni, si svolgerà nel fine settimana successivo.
Read more

Commenti

Commenta tramite social network
Commenta via email This e-mail address is not valid
Nome*

Città

Messaggio*
Top
City Essentials

Download our new City Essentials app

download 4.5